Le illusioni della scienza

10 dogmi della scienza moderna posti sotto esame

Copertina flessibile – 9 gen 2013

di Rupert Sheldrake (Autore), V. B. Sala (Traduttore)

La scienza si è illusa di aver già compreso la natura della realtà: le questioni fondamentali hanno già trovato risposta, lasciando solo i dettagli da definire. Rupert Sheldrake, uno degli scienziati più innovativi ed esponente di quello che viene definito un approccio “organicista”, pensa invece che le scienze stiano attraversando una impasse determinata proprio da ipotesi date regolarmente per sottintese, mai messe in dubbio, accettate come un articolo di fede. Egli sostiene che la “visione scientifica”, ancorandosi ai suoi assunti trasformati in dogmi, sia diventata un sistema di credenze: tutta la realtà è o materiale o fisica, il mondo è una macchina, e la materia è priva di coscienza, il libero arbitrio è illusorio, le leggi di natura sono costanti e la natura è senza finalità, la coscienza non è altro che l’attività fisica del cervello e Dio vive solo come un’idea nella mente umana, la medicina meccanicistica è l’unica che funziona veramente, e così via. Sheldrake individua dieci “dogmi” del materialismo, trasforma ciascuno di essi in una domanda e a ciascuno dedica uno dei capitoli del libro, in cui sottopone a esame la sua credibilità, i problemi e le anomalie che possono metterlo in crisi, le ricadute nella pratica della vita e della ricerca dell’atteggiamento fideistico che lo supporta. Aprendo nuovi possibili percorsi di indagine, svincolandosi da tali dogmi, la scienza sarebbe migliore: più libera, più interessante, più divertente.

Dettagli prodotto

Copertina flessibile: 397 pagine
Editore: Apogeo (9 gennaio 2013)
Collana: Urra
Lingua: Italiano
ISBN-10: 885033138X
ISBN-13: 978-8850331383


Compralo su Amazon

Book your tickets