Come professionisti che lavorano soprattutto con la sofferenza, come creare spazio nelle nostre vite per connetterci con il fondo del nostro essere, per prestare attenzione alle nostre questioni ancora irrisolte, e per celebrare l’indomita bellezza attorno e in noi? Questo Mater ci offre la possibilità di sentire al livello del nostro essere la nostra sete di maggiore libertà e vitalità, e vedremo dove questo ci condurrà nel contesto del gruppo.

Nei tempi correnti di ansia collettiva e di incoesione sociale questo percorso è una sfida a rispondere a partire dal cuore. L’intenzione è di poter rispondere a noi stessi e agli altri con autenticità, e di vivere in modo coraggioso, sintonizzati con la nostra natura, il nostro essere. Il titolo di questo percorso viene dal titolo del libro del teologo esistenzialista Paul Tillich (1952), che ha parlato del coraggio nei termini dell’affermazione del proprio ‘essere’, anche sotto la minaccia del ‘non-essere’.

Il formato sarà essenzialmente lo stesso in ogni modulo: pratiche esperienziali familiari e nuove che sostengono la possibilità di offrire un’attenzione compassionevole ai nostri corpi, alla nostra parola, ai nostri cuori-mente. Esse saranno attinte primariamente dalla Psicoterapia Core Process e dal Feldenkrais, e saranno combinate con pratiche corporee contemporanee che includono la contemplazione e i rituali. Useremo il mandala come contenitore o coppa simbolica che può sostenere la nostra esperienza nella sua totalità. Durante il corso saranno usati diversi aspetti del mandala per aiutarci ad orientarci ai temi che esploreremo.

L’intero percorso sarà sostenuto da pratiche buddhiste di consapevolezza, quali portali verso il fondo sacro ed interconnesso del nostro essere. Dal momento che molta sofferenza nasce da ferite nella connessione e nella relazione, il nostro apprendimento esperienziale coinvolgerà pratiche di mindfulness in relazione. In ogni modulo saranno presenti dei rituali a segnare delle soglie di discesa più a fondo nella presenza e dei momenti di celebrazione nel gruppo.

Proprio come gli alberi hanno un intricata rete di radici – un social network sotterraneo – attraverso cui comunicano, allo stesso modo noi possiamo imparare, attraverso gesti, suoni, movimenti e silenzio ad accedere alla profonda saggezza contenuta nelle ‘radici’ del nostro essere personale e collettivo. Per sostenere questo, ci sarà spazio per un’esplorazione personale creativa e in ogni modulo ci sarà un periodo di silenzio contemplativo.

Modulo 1: La chiamata del sacro

Modulo 2: Ascolto con Kuan Yin del pianto del mondo

Modulo 3: La trasformazione dei nostri veli e sigilli in portali per la grazia

Modulo 4: Il radicale cammino della non-conformità attraverso l’azione diretta:  gesti di autenticità e amore nella vita quotidiana

Modulo 5: Tenerezza radicale per dare alla luce la saggezza in relazione

Modulo 6: Il coraggio di aprire ‘le doppie porte dell’orizzonte’ (Philip Glass) e di impegnarci con la vita così com’è.

CONDUTTORI

Anne Overzee è una psicoterapeuta Core Process, e lavora da 30 anni come terapeuta individuale con i clienti, come supervisore e conducendo gruppi. Per molto di questo tempo è stata un membro dello staff del Karuna Institute. Conduce seminari di formazione continua e ritiri-laboratori in Italia dal 2005. Ha lavorato come insegnante di Mindfulness conducendo gruppi e in individuale. Prima ha studiato Teologia e Studi Religiosi all’Università di Cambridge. La sua ricerca si è svolta nel campo delle tradizioni spirituali orientali, soprattutto nella pratica del Buddhismo, che considera un’ancora sia sul piano personale che nel suo lavoro come terapeuta. La sua tesi di dottorato, pubblicata nel 1986 con il titolo di ‘The Body divine’ (Il Corpo Divino), è stata in Teologia Comparata. Il suo cuore è sempre stato nel cercare di abbracciare la dimensione contemplativa nella sua vita quotidiana e in relazione.

Klaas Overzee insegna Feldenkrais dal 1990, anno in cui ha completato il primo Training di Feldenkrais che si è svolto nel Regno Unito. Negli ultimi anni è stato un tutor nei Training di Feldenkrais ad Amsterdam. È anche uno psicoterapeuta Core Process, e ha lavorato soprattutto nel servizio sanitario pubblico del Regno Unito conducendo gruppi, inclusi gruppi per uomini, per persone con problemi di sanità mentale. Il Training Mente Compassionevole ha sostenuto il suo lavoro. Inizialmente Klaas si è formato come insegnante di teatro presso l’Akademie voor Expressie a Utrecht, ed è stato coinvolto in un lavoro teatrale sperimentale, insegnando Arti Performative. Ha co-condotto Theatrecraft in Scozia, che ha sostenuto progetti quali una compagnia teatrale di attori con e senza disabilità. La sua passione è attingere alla nostra salute intrinseca attraverso il corpo.

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

Il Master è aperto a coloro che hanno fatto un Foundation Training di Mindfulness in Relazione di Mudita con Anne Overzee e Deirdre Gordon e a coloro che hanno lavorato con loro abbastanza da avere già familiarità con la condivisione, le pratiche esperienziali e gli scambi proposti nei loro seminari. È necessario aver già fatto un significativo lavoro su di sé, sentirsi sufficientemente risorsificati per impegnarsi in un ulteriore lavoro profondo in un contesto di gruppo, avere una pratica contemplativa già stabilita e sentirsi comodi in periodi estesi di silenzio contemplativo.

È inoltre necessario avere accesso a qualcuno che possa offrire un sostegno personale quando necessario durante la durata biennale del corso.

DURATA, DATE E LUOGO

Il Master si svilupperà nel corso di due anni. E’ costituito da 3 moduli all’anno per un totale di 6 moduli. Ogni modulo si svolgerà dal giovedì alle 14.30 al pranzo della domenica, e si terrà presso l’Eremo di Montecastello (BS) nelle seguenti date:

16-19 gennaio 2020

2-5 aprile 2020

24-27 settembre 2020

14-17 Gennaio 2021

15-18 Aprile 2021

23-26 Settembre 2021

Non è possibile la partecipazione parziale ad un solo anno.

COSTO

Il costo del percorso è di 1525 euro per ogni anno + 25 euro di tessera associativa, divisibili in 4 rate l’anno.

Il costo di vitto e alloggio non è incluso nella quota, è da pagare in loco e ammonta a 60 euro al giorno a pensione completa in camera singola con bagno in camera.

Per maggiori informazioni e iscrizioni scrivere a: info@associazionemudita.org